FEDERAZIONE DEI CLUBS BLUCERCHIATI


PUNTO A CAPO

 

Si è appena concluso il quinto campionato della gestione Ferrero, con l’ennesimo finale di stagione senza ambizioni. Tra viaggi a New York e advisor nominati, abbiamo assistito in silenzio per mesi a quanto sembrerebbe una concreta trattativa per cedere la Sampdoria.

 

Non siamo mai entrati nell’argomento, non volendo sbilanciarci solo in base a voci di corridoio e pareri di vari “ben informati”. Abbiamo ascoltato, questo sì. E continuiamo a farlo, con l’attenzione di chi sa che in ballo c’è il futuro della nostra Amata. Abbiamo anche taciuto su qualche caduta di stile, ormai ricorrente, per non interferire su quello che a tutti appare il naturale epilogo di un rapporto mai sbocciato appieno.

 

Una cosa però vogliamo metterla in chiaro: non accettiamo, come non lo abbiamo mai fatto, che tale trattativa assuma caratteristiche cabarettistiche tipiche di alcuni soggetti. Ad uno di loro abbiamo da tempo segnalato la sua innegabile incapacità di rappresentare noi e le nostre tradizioni, nonché la storia della Sampdoria. Ora, a fronte delle sue infinite dichiarazioni d’amore al tifo blucerchiato (che solitamente seguivano a dichiarazioni d’amore per altre squadre o offese sulla nostra storia e la nostra tifoseria) auspichiamo, senza illuderci, un finale moto d’orgoglio personale per portare avanti questa trattativa in maniera seria e concreta, senza sparate alla stampa per poi criticarne l’interferenza e tenendo conto di quanto è stato investito e guadagnato nell’ambito UC Sampdoria SPA.

 

Federclubs

 

26/05/2019

 

Link Facebook